ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Bassi, un altro trionfo dell'estrema destra

Lettura in corso:

Paesi Bassi, un altro trionfo dell'estrema destra

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo le europee anche le amministrative. L’estrema destra torna a trionfare nei Paesi Bassi. Il partito della Libertà di Geert Wilders è primo ad Almere, vicino Amsterdam, e secondo all’Aja la capitale amministrativa del paese. Risultati che promettono bene in vista delle politiche di giugno.

Geert Wilders, leader del partito della Libertà: “La gente vuole il cambiamento, non dei politicanti al potere, chiedono un paese piu’ sicuro che garantisca anche lo stato sociale. Ora abbiamo la possibilità di vincere a livello nazionale. E’ il nostro obiettivo cosi’ potemmo completare il lavoro iniziato sarebbe la cosa migliore per i Paesi Bassi e sento che succederà”.

I Cristiano Democratici del premier uscente Jan Peter Balkenende restano primi, ma perdono punti. E si profila l’ipotesi di andare al governo con chi paragona l’Islam al fnazismo e il Corano al “Mein Kampf” di Hitler:

“E’ incredibile che nella nostra società ci siano cosi’ tante persone deluse dalla politica.”- commenta un cittadino dell’Aja – “Questo risultato svela come nei Paesi Bassi la xenofobia sia crescenteun problema non affrontato dai partiti politici tradizionali e questo è triste perchè dimostra che su temi come quello dell’ integrazione non ci sia un vero dibattito”.

Ad Almere, città feudo dell’estrema destra, Alcuni elettori si sono recati alle urne con il capo coperto per manifestare contro la proposta di Wilders di vietare il velo nei luoghi pubblici.