ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oltre 100 carri russi 'abbandonati' negli Urali

Lettura in corso:

Oltre 100 carri russi 'abbandonati' negli Urali

Dimensioni di testo Aa Aa

Carri armati abbandonati nelle foreste degli Urali, in Russia centrale. Materiale militare sommerso dalla neve, incustodito, accessibile a chiunque. A filmarlo e mostrarlo al pubblico i giornalisti di un quotidiano on line russo, ‘Life News’. I carri si trovano in prossimità di Kamishlovsk, a un centinaio di chilometri da Yekaterinburg, polo industriale degli Urali.

“Chiunque potrebbe arrivare fino a qui, chiunque può aprire i carri, entrarci dentro. Non c‘è una guardia, non c‘è un solo militare” dice uno dei giornalisti.

Tra i 100 e i 200 i carri rinvenuti. La cifra non è confermata da fonti indipendenti perché l’apparizione del servizio su internet ha fatto scattare l’intervento dell’esercito. Questa la versione dei fatti, diametralmente opposta, fornita dai vertici militari russi.

“Il sito è sotto stretta sorveglianza militare” dice Dmitry Burkadov, portavoce della divisione Urali dell’esercito “e in diverse occasioni civili che hanno cercato di introdursi per vedere o filmare i carri armati sono stati arrestati”.

I carri armati in questione sarebbero dei T-80, un modello entrato in servizio nel 1976 e tutt’ora impiegato dall’esercito. Recentemente il Presidente russo Dimtri Medvedev ha avviato un rinnovamento dell’arsenale di Mosca.