ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Nessuno governerà da solo". Al Jafaari sul voto in Iraq

Lettura in corso:

"Nessuno governerà da solo". Al Jafaari sul voto in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Sicurezza interna e non solo. A rilanciare i temi caldi di queste elezioni, anche Ibrahim Al Jaafari. Predecessore e in seguito alleato del primo ministro Nuri Al-Maliki, ha poi abbandonato la sua lista. Per Euronews lo ha incontrato Ali Takash e gli ha chiesto di analizzare le possibili ripercussioni sui risultati delle elezioni, dell’apertura ai sunniti delle delle componenti liberali, a cui si è assistito negli ultimi giorni.
“La costituzione irachena – risponde Al Jaafari -riconosce al partito che ottiene la maggioranza in parlamento di nominare il primo ministro. Per arrivare a questo traguardo, sarà però questa volta necessario il sostegno di diverse forze politiche. Qualunque sia il blocco che uscirà vincitore, all’interno del prossimo parlamento si dovrà quindi arrivare a formare una coalizione. Ed è proprio per questo, che appena dopo le elezioni, ci si metterà subito al lavoro per capire a quali tipi di coalizione si potrà arrivare. La ragione è nello specifico individuare una piattaforma abbastanza ampia, da poter sostenere il suo candidato fino a farlo nominare primo ministro”.