ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Smantellata in Spagna una vasta rete di computer piratati

Lettura in corso:

Smantellata in Spagna una vasta rete di computer piratati

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre tredici milioni di computer piratati, in più di 190 Paesi, rubati i dati di privati, imprese e organismi pubblici. La guardia civil spagnola ha smantellato una delle più vaste reti mondiali di computer zombie, utilizzati all’insaputa dei loro proprietari per sottrarre informazioni personali, in particolare bancarie, e inviare spam.

Tre spagnoli sono stati arrestati nell’operazione condotta in collaborazione con l’FBI entrata in gioco quando la rete è stata individuata nel 2009 dai tecnici di una società canadese. Ritrovati i dati di oltre 800mila persone.

“La botnet veniva usata per sottrarre password dai siti aziendali e anche le password delle e-mail”, ha affermato il capo dell’unità anticrimini informatici della Guardia Civil, Juan Salon. “In questo modo sono stati in grado di impadronirsi dell’identità degli utenti degli indirizzi e-mail, di consultare la loro posta e di inviare messaggi dal loro account”.

Una botnet è una rete di computer infettati gestita da un master. Costui può controllare, contemporaneamente attraverso una piattaforma centralizzata e senza nessun legame diretto con essi, tutti i computer consegnati dunque involontariamente dai loro utenti al master del sistema illegale.

Uno stratagemma sempre più usato dalla criminalità: la settimana scorsa Microsoft ha messo a tacere la botnet Waledac in grado di inviare 1,5 miliardi di email spam al giorno.