ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Cile la difficile lotta contro i saccheggi

Lettura in corso:

In Cile la difficile lotta contro i saccheggi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il coprifuoco è stato esteso in Cile, ma non basta per contrastare saccheggiatori sempre più organizzati. A Conception, i militari inviati dal governo in sostegno delle forze locali fanno fatica a mantenere l’ordine. Nella seconda città del Paese – vicina all’epicentro della prima scossa di magnitudo 8,8 che ha già fatto oltre 720 morti – gli abitanti si lamentano della lentezza dei soccorsi e della distribuzione di cibo e beni di prima necessità.

Nonostante i divieti imposti, qualcuno cerca di accaparrarsi quello che può nei negozi dove ancora, qualcosa, c‘è. Ma non tutti riescono. Nella località costiera di Talcahuano, molte delle barche dei pescatori sono distrutte. Qui poi, circa l’80 percento dei residenti sono rimasti senza una casa. Il Paese attende la visita del del Segretario di Stato Hillary Clinton, mentre si cerca di fare ordine tra le macerie e si cercano sopravvissuti. Ancora trecento persone risultano disperse.