ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il parlamento Ue i suoi vende body scanner

Lettura in corso:

Il parlamento Ue i suoi vende body scanner

Dimensioni di testo Aa Aa

Body scanner venduti al miglior offerente.

Il parlamento europeo ne ha messo all’asta 6. Comprati nel 2005, sull’onda della paura scatenata dall’attacco alle torri gemelle quattro anni prima, le apparecchiature non sono mai state utilizzate.

Tecnologia un po’ obsoleta, il prezzo base è stato fissato in 65 mila euro, circa la metà di quello originale .

Le offerte pubbliche sono state presentate lunedì, il 12 marzo si conoscerà l’identità di chi se li è aggiudicati.

In plenaria al parlamento europeo si è discussa l’opportunità di rendere gli scanner obbligatori negli aeroporti europei. Gli eurodeputati chiedono più garanzie.

Jeanine Hennis-Plasschaert, eurodeputata liberale:

“Tutti diciamo di non essere contrari in linea di principio, ma dobbiamo stabilire delle regole d’uso e regole per tutelare la privacy dei passeggeri. La stessa cosa vale per i body scanner usati in parlamento. Così è stata una grande sorpresa scoprire che proprio l’europarlamento ne aveva comprato un certo numero”.

Il fallito attentato di Natale sul volo Amsterdam-Detroit ha spintol’installazione delle apparecchiature in diversi aeroporti europei.
Il 4 marzo il primo body scanner verrà sperimentato a Fiumicino.