ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europeana con un click l'Europa culturale

Lettura in corso:

Europeana con un click l'Europa culturale

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutta l’eredità culturale del vecchio Continente via un unico motore di ricerca in libero accesso. E’ l’idea di Europeana, la biblioteca digitale europea. Quale bilancio a 15 mesi dal lancio?

Libri, giornali, ma anche quadri, documenti sonori, video: Europeana raggruppa oggi piu’ di sei milioni di opere, una quantità tre volte superiore a quella degli inizi: obiettivo raggiungere dieci milioni di opere entro il mese di giugno, data alla quale una nuova versione del sito sarà lanciata e i 15 milioni di opere previsti nel 2015. Una scommessa per alcuni.

Perchè malgrado gli sforzi per riempire gli scaffali della bibioteca digitale, solo il 5% di tutti libri numerici sono accessibili su Europeana. E’l‘effetto della forte disparità tra i paesi fornitori. La Francia fornisce circa la metà dei contenuti disponibii sul sito, segue la Germania con il 16%, Olanda e Gran Bretagna con l’8% ciascuno. Per gli altri stati solo il 5% nei migliori dei casi.

Le opere proposte su Europeana sono di dominio pubblico e quindi accessibili senza pagare alcun diritto d’autore. Invece restrizioni di ordine giuridico impediscono l’accesso alle opere esaurite che coprono il 90% delle biblioteche nazionali europee cui si aggiungono le opere sottoposte ancora al diritto d’autore, ma i cui aventi diritti non sono stati identificati.

Come risolvere la questione della proprietà intellettuale, trovare i finanziamenti necessari per resistere al giganate americano Google Books?

Il parlamento è cchiamata a discutere su un progetto il prossimo mese di aprile. In autunno la Commissione sarà chiamata a definre il quadro giuridico in materia di diritto d’autore.

Per saperne di piu’ un numero verde e un sito sono a vostra disposizione