ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si aggrava il bilancio dei morti per Xynthia

Lettura in corso:

Si aggrava il bilancio dei morti per Xynthia

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre sessanta morti in Europa, la Francia paga il prezzo più alto per Xynthia. Ad Aguillon-sur-Mer si registrano oltre la metà della cinquantina di vittime nel Paese. I soccorritori sono al lavoro. Cercano sopravvissuti dopo la tempesta che ha devastato la parte occidentale della Francia. Raffiche di vento, piogge torrenziali, acqua che ha raggiunto i tetti di alcune case. Qualcuno, proprio dal tetto, è riuscito a salvarsi.

L’ente che gestisce la rete elettrica ha fatto sapere che mezzo milione di case sono ancora senza elettricità e che un ritorno alla normalità è previsto entro mercoledì. Il ministro dei Trasporti francese ha affermato che quanto avvenuto, in particolare nella regione della Vandea, è una congiunzione di eventi eccezionale, che si è verificata, inoltre, di notte. Ma le polemiche sono già esplose, soprattutto in merito ai permessi edilizi nelle zone costiere.

Il presidente Nicolas Sarkozy, in visita nelle aree colpite, ha annunciato un fondo di emergenza di 3 milioni di euro. Tra i Paesi colpiti anche Germania, sei morti, Spagna, Belgio e Portogallo.