ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Luoghi sacri contesi, il governo Anp si riunisce a Ramallah

Lettura in corso:

Luoghi sacri contesi, il governo Anp si riunisce a Ramallah

Dimensioni di testo Aa Aa

Una riunione straordinaria a Hebron: è la risposta del governo dell’Autorità nazionale palestinese alla decisione di Israele di includere due luoghi sacri che si trovano in Cisgiordania nel suo patrimonio religioso.

Decisione criticata da molti Paesi, Stati Uniti compresi, e che ha dato vita la settimana scorsa a scontri tra palestinesi e soldati israeliani a Hebron. Qui il primo ministro dell’Anp Salam Fayyad ha presieduto la riunione settimanale governativa che di solito si svolge a Ramallah.

“Vista la sua dimensione politica, rappresenta una evidente violazione del diritto internazionale”, ha detto Fayyad. “Riguarda siti che si trovano nei territori occupati da Israele nel 1967”.

Si tratta della tomba dei Patriarchi a Hebron e della tomba di Rachele a Betlemme. La contesa si inserisce nel difficile contesto dei negoziati di pace. Nodo principale gli insediamenti israeliani in Cisgiodarnia e a Gerusalemme Est.

E a Gerusalemme, nel complesso della moschea di al Aqsa domenica la polizia israeliana ha disperso una ventina di manifestanti palestinesi intervenuti, sostengono, dopo l’incursione di estremisti israeliani nella spianata.