ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile: notte all'addiaccio per migliaia di terremotati

Lettura in corso:

Cile: notte all'addiaccio per migliaia di terremotati

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpiti da uno dei terremoti più violenti del secolo, migliaia di cileni hanno passato la notte all’addiaccio, temendo le repliche e i resti pericolanti delle proprie case.
Dalla prima devastante scossa, di magnitudo 8.8 della scala Richter, venerdì notte, si sono ripetute una sessantina di scosse di assestamento, molte superiori a magnitudo sei. L’ultimo bilancio ufficiale parla di circa 300 morti. Alcuni residenti di Santiago:

-“Non vogliamo restare dentro. Siamo solo andati in bagno rapidamente. Preferiamo passare la notte fuori, è più sicuro”.
-“Siamo una dozzina qui fuori. Abitiamo al terzo piano, dentro si muoveva tutto in modo incredibile. Ho paura di ritornare là”.

L’epicentro è stato localizzato sotto l’Oceano pacifico a 90 chilometri dalla città di Concepciòn. In tutta la zona i danni sono stati enormi, ma ancora difficilmente quantificabili. Della città costiera di Dichato non resta quasi più nulla. Dista 40 chilometri da Concepciòn.

Ancora poco chiaro il numero dei feriti. La presidente uscente Michelle Bachelet ha parlato di due milioni di persone danneggiate dal sisma.

Nonostante i danni, il governo ha chiesto alla comunità internazionale di aspettare una stima più chiara della situazione prima di inviare gli aiuti.