ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto in Cile. Le prime testimonianze

Lettura in corso:

Terremoto in Cile. Le prime testimonianze

Dimensioni di testo Aa Aa

Quello avvenuto in Cile è il quinto terremoto più forte da quando esistono le registrazioni sismografiche. La prima terribile scossa, è durata più di un minuto secondo le testimonianze raccolte a Santiago prima dell’alba:

“Sono ancora in pigiama…- racconta un anziano – Le cose cadevano, le lampade e la televisione…si è rotto tutto. Anche il ventilatore è caduto. Immagini la paura che abbiamo avuto”.

“Stiamo provvedendo per le persone rimaste chiuse negli ascensori – spiega un pompiere – diamo la priorità ai problemi più complicati da risolvere”.

Più tardi con la luce del giorno è cominciata la constatazione dei danni, che appaiono ingenti anche nella capitale, relativamente lontana dall’epicentro:

“La mia casa non ha più facciata, né finestre, né porte. E’ difficile sapere se sia ancora abitabile. Voglio dire che abbiamo paura di rientrare dentro. E se poi casca tutto? All’inizio ho cercato di farmi forza, ma adesso…spero che non verremo dimenticati”.

L’energia liberata da questo terremoto è seicento volte superiore di quella del sisma che ha distrutto Port-au-Prince, ad Haiti.