ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanità, maratona tv non sblocca riforma. Obama: avanti da soli

Lettura in corso:

Sanità, maratona tv non sblocca riforma. Obama: avanti da soli

Dimensioni di testo Aa Aa

Con voi o senza di voi. La riforma della sanità si farà. L’inedita maratona televisiva in cui Barack Obama ha discusso per oltre 7 ore con una quarantina di senatori la più importante delle sue promesse elettorali, non è servita a sbloccare la situazione. E alla fine il Presidente degli Stati Uniti ha chiesto uno sforzo ai Repubblicani, in mancanza del quale si procederà comunque.

“Chiedo ai Repubblicani di fare un esame di coscienza per capire su quali punti si possa trovare un consenso bipartisan per dare la mutua ad oltre 30 milioni di americani che non ce l’hanno. Non possiamo permetterci un altro anno di dibattito”.

Obama ha ammesso posizioni “filosoficamente” divergenti, benché su punti come la lotta agli errori medici e i costi assicurativi si potrebbe intravedere la convergenza. La sanità è la riforma che da 75 anni nessun Presidente riesce a mandare in porto.

“Il nostro Paese è troppo grande, complesso, centralizzato perché pochi di noi qui a Washington decidano come modificare una materia che sposta il 17% dell’economia nazionale” ha detto il senatore repubblicano del Tennessee.

La riforma è bloccata in Senatao da quando in gennaio i democratici hanno perso la maggioranza assoluta. Obama ipotizza di ricorrere all’inusuale manovra parlamentare della “riconciliazione” per bypassare l’ostruzionismo repubblicano.