ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: a Madeira si lavora per tornare alla normalità

Lettura in corso:

Portogallo: a Madeira si lavora per tornare alla normalità

Dimensioni di testo Aa Aa

Madeira riprende lentamente a vivere, cinque giorni dopo l’alluvione che l’ha devastata. Le scuole hanno riaperto, anche se alcune solo parzialmente, mentre le ruspe scavano tra fango e macerie per liberare e ripulire le strade e consentire al più presto il ripristino dell’acqua potabile e dell’energia elettrica. Duemila le persone al lavoro tra funzionari pubblici, dipendenti di aziende private, militari e volontari. 600 gli sfollati. E sull’isola portoghese è rientrata anche la madre di Cristiano Ronaldo:

“Sono tornata qui per dare sostegno a mia sorella. Ha perso tutto, ma le è rimasto suo figlio. Ho visto il disastro…è orribile”.

Nel capoluogo Funchal si sono svolti i funerali di alcune delle vittime, ma il bilancio della catastrofe, causata dalle inondazioni e dalle frane, resta provvisorio. Gli ultimi dati forniti dal governo locale parlano di 39 morti e 18 persone che ancora mancano all’appello.