ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Please rob me.com": ladri avvisati...

Lettura in corso:

"Please rob me.com": ladri avvisati...

Dimensioni di testo Aa Aa

I ladri d’appartamento hanno il loro sito. “Please rob me.com” analizza tutte le reti sociali, da Facebook a Twitter, per repertoriare le frasi in cui l’utilizzatore dice che non è in casa o sta per uscire. Poi, se l’internauta usa il suo vero nome, è facile trovare l’indirizzo e svaligiare il domicilio vuoto.

Aspiranti criminali i due danesi inventori del sito? No, vogliono mettere in guardia sull’uso dei dati personali sul web:

“All’inizio per noi era solo una specie di scherzo, ma poi la cosa è cresciuta, ed abbiamo cominciato a pensare al problema della privacy – dice Barry Borsboom, cofondatore del sito – volevamo però affrontare l’argomento in modo provocatorio”.

Cosa ne pensano gli utilizzatori delle reti sociali? Per il momento non la prendono tanto sul serio:

“Non mi piacerebbe essere citato su “Please rob me.com”, nello stesso tempo credo sia giusto prendere coscienza di questo problema” dice un giovane.

“Chissà…magari ho in casa 5 rottweiler? Forse ho armi, o condivido l’appartamento con 9 marines…Non possono saperlo” aggiunge un’altra ragazza.

Nel frattempo il sito danese è sulla bocca di tutti ed ha già fatto la fortuna dei due giovani cofondatori, che non hanno avuto bisogno né di grimaldelli, né di attrezzi da scasso.