ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo sciopero dei piloti Lufthansa

Lettura in corso:

Lo sciopero dei piloti Lufthansa

Dimensioni di testo Aa Aa

È il più imponente sciopero nella storia del trasporto aereo in Germania. Oltre quattromila piloti della Lufthansa si fermano da oggi e fino a giovedì per chiedere migliori condizioni salariali e garanzie sul futuro occupazionale. Due terzi i voli annullati: circa ottocento collegamenti interni e internazionali al giorno. “Purtroppo – dice Jörg Handwerg, portavoce sindacato Cockpit – i vertici aziendali non sono in grado di partecipare a negoziati senza imporre pre-condizioni. Così non può funzionare. Noi questo non lo possiamo proprio accettare”.

Tra le richieste del sindacato, l’applicazione della legislazione tedesca sui salari anche all’estero, condizione respinta dai vertici della prima compagnia tedesca. Klaus Walther, portavoce Lufthansa dice: “Non abbiamo mai abbandonato il tavolo delle trattative. Chiediamo al sindacato Cockpit di tornare al tavolo e negoziare stipendi realistici. Non è affatto corretto da parte di Cockpit affermare che Lufthansa ha delocalizzato posti di lavoro. Non è così”.

La protesta interessa anche Germanwings e Lufthansa Cargo, compagnie legate a Lufthansa, che con questo sciopero rischia perdite fino a cento milioni di euro.