ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ergenekon, 48 arresti nella "Gladio turca"

Lettura in corso:

Ergenekon, 48 arresti nella "Gladio turca"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inchiesta Ergenekon, la gladio turca, ha mirato in alto. 48 alti ufficiali dell’esercito sono stati arrestati, una cinquantina i fermati nell’ indagine, partita nel 2004,che punta ad individuare i responsabili del presunto complotto per rovesciare il governo di Ankara ed il partito islamico al potere.

Le manette sono scattate ai polsi di nomi di primo piano delle forze armate, oggi in molti casi in pensione.

Il caso Ergenekon è al centro da mesi delle tensioni tra il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, leader del partito islamico conservatore e l’esercito, che si pone come difensore e garante dei valori di laicità dello Stato.

L’operazione desta un clamore senza precedenti nel paese dove l’esercito negli ultimi 50 anni si è reso responsabile di quattro colpi di Stato. Finora considerati degli intoccabili, gli alti ufficiali finiscono adesso in tribunale. Secondo i media turchi la finalità dell’esercito deviato era destabilizzare il governo di Ankara seminando il caos nel paese. In particolare nella città di Istambul sembra fosse pianificata una serie di attacchi bomba a moschee e musei con lo scopo di svelare l’incapacità del partito islamico al potere di garantire la sicurezza nel paese.