ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attriti tra Israele e palestinesi, per un progetto di Netanyahu che tocca la Cisgiordania

Lettura in corso:

Attriti tra Israele e palestinesi, per un progetto di Netanyahu che tocca la Cisgiordania

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo israeliano ha annunciato un piano nazionale per riabilitare circa 140 siti storico-religiosi dell’ebraismo: il progetto coinvolge anche la Cisgiordania, in particolare Betlemme e Hebron.

E nella città palestinese di Gerico alcuni coloni israeliani, ieri, hanno tentato di barricarsi in un’antica sinagoga, forse anch’essa parte del piano.

I siti che suscitano piu’ conflittualità sono la tomba di Rachele a Betlemme e la tomba dei Patriarchi, luogo sacro anche per i palestinesi, a Hebron.

L’annuncio israeliano è stato dato dopo un consiglio dei ministri straordinario, tenutosi a Tal Hai, nel nord di Israele, luogo in cui nel 1920 ebrei e arabi combatterono.

Critiche arrivano dall’Autorità Nazionale Palestinese, in un momento di stallo nei negoziati di pace.

“L’annessione della tomba dei Patriarchi – afferma l’ex ministro Mustafa Barghouti – e di quella di Rachele a Betlemme, non è altro che una dichiarazione da parte di Israele del fatto che imporrà azioni concrete: annettendo terre e impedendo la pace”.

Intanto ieri sera il presidente palestinese Mahmoud Abbas è arrivato a Parigi, dove oggi incontrerà il suo omologo francese Sarkozy. La nuova iniziativa di Israele sarà certamente portata all’attenzione della dioplomazia europea.