ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Truppe olandesi in Afghanistan: "ritiro entro i tempi previsti"

Lettura in corso:

Truppe olandesi in Afghanistan: "ritiro entro i tempi previsti"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Il contingente olandese lascerà l’Afghanistan entro i tempi previsti”. E’ quanto ha dichiarato il premier Jan Peter Balkenende all’indomani della crisi di governo provocata dalla data di ritiro del contingente nazionale. I Cristiano-democratici sono favorevoli a mantenere una forza ridotta in loco. Contrari i laburisti, partner della coalizione.

“Se non accadrà nulla, la missione finirà”.

Le truppe olandesi dovrebbero iniziare il ritiro in agosto, ma la Nato ha chiesto al paese di prolungare la missione. Su questa richiesta si è creato l’impasse che ha portato alla caduta del governo.

Circa 2 mila soldati dell’Aia sono stanziati nella provincia di Uruzgan, confinante con Helmand, dove 15 mila militari Nato combattono da giorni per il controllo della città di Marja.

La partenza olandese lascerebbe nella provincia solo gli australiani. Il ministro della difesa però ha già annunciato alla Nato e all’Isaf di non essere in grado di compensare il vuoto.

Oltre 44 mila truppe non statunitensi fanno parte del contingente Nato, contro 74 mila soldati americani. La maggior parte dei paesi europei si sono mostrati restii a consolidare la propria partecipazione. Obama fatica a mantenere intatta la coalizione anti-Taleban.