ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festival di Berlino: a Polanski l'Orso d'argento come miglior regista

Lettura in corso:

Festival di Berlino: a Polanski l'Orso d'argento come miglior regista

Dimensioni di testo Aa Aa

Roman Polanski con il suo thriller “The ghost writer”, “L’uomo nell’ombra”, ha vinto l’Orso d’argento, come miglior regista alla 60esima edizione del Festival cinematografico di Berlino.

Polanski, grande assente, è ancora agli arresti domiciliari in Svizzera per lo stupro di una tredicenne nel ’77. Ha ritirato il premio per lui, il co-produttore Alain Sarde:

“Quando mi sono lamentato della sua assenza, lui mi ha risposto: “anche se avessi potuto, non sarei venuto perché l’ultima volta che ho ritirato un premio a un festival sono finito in prigione”.

L’Orso d’oro come miglior film va a sorpresa alla pellicola turca “Bal”, “Honey”, del regista Semih Kaplanoglu. E’ la storia di un bambino alla ricerca dell’affettuoso e riservato padre apicoltore che scompare nel bosco alla ricerca delle sue api.

Tra le soprese anche il film russo “How I Ended This Summer” che ha consegnato l’Orso d’Argento come migliore attore ex aequo a Grigoriy Dobrygin e Sergei Puskepalis.