ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia, fast-food "discriminatorio"


Francia

Francia, fast-food "discriminatorio"

Una catena di fast-food denunciata da un Comune per discriminazione. Accade a Roubais, in Francia, dove il sindaco socialista contesta la decisione del ristorante di servire esclusivamente carne halal, cioè macellata secondo i dettami delle regole islamiche. A Roubais, dove vivono moltissimi musulmani, c‘è un solo fast-food.

“Dobbiamo fare attenzione a che non si arrivi, anche nell’interesse dei concittadini musulmani, a una specie di apartheid di fatto” dice il sindaco René Vandierendonck.

L’iniziativa della catena di fast-food, che viene descritta come un test di mercato della durata di sei mesi, sembra essere stata bene accolta dai clienti.

“Sì – dice una giovane – , vengo qui perché servono carne halal. Altrimenti non verrei fin qui, arrivo apposta da un altro dipartimento”.
“E’ vero – afferma un’altra cliente -, prima non c’era tanta gente qui. Ora si vedono un sacco di clienti, è un successo”.
La vicenda sta creando una polemica politica anche a livello nazionale con l’estrema destra che parla di tassa islamica imposta da un gruppo commerciale che è controllato da una banca pubblica.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Clima incandescente in Turcha, nuovo scontro tra politica e magistratura