ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerra in Afghanistan, occupati luoghi strategici

Lettura in corso:

Guerra in Afghanistan, occupati luoghi strategici

Dimensioni di testo Aa Aa

In Afghanistan le operazioni congiunte di Nato ed esercito afgano avanzano sui luoghi strategici. L’obiettivo è di togliere il controllo della zona meridionale ai Taleban e di ristabilire l’autorità di Kabul sul territorio. Al sesto giorno di conflitto le truppe alleate hanno dichiarato di non incontrare grande resistenza da parte dei ribelli. L’avanzamento, tuttavia, è rallentato dalla tattica dei Taleban fatta di bombe e scudi umani. Le truppe inglesi coinvolte nell’operazione Mushtarak, avviata nella provincia di Helmand, sono impegnate nella città di Nad Ali.

Gli americani, invece, hanno preso il controllo di strade, ponti e vari edifici governativi della città di Marjah.
Le truppe internazionali denunciano difficoltà nella formazione e nell’addestramento dei militari afgani al fine di renderli autonomi nel controllo del paese.
La notte scorsa otto agenti di polizia hanno disertato passando nelle file dei Taleban.
Le forze Isaf per gestire la situazione ha distribuito via radio vere e proprie istruzioni.
Washington, intanto, si è detta soddisfatta dell’avanzamento delle operazioni. É stato rettificato il numero delle vittime Nato, risultano cinque: sono tre americani e due britannici.