ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Kosovo festeggia due anni di indipendenza

Lettura in corso:

Il Kosovo festeggia due anni di indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Compiono oggi due anni e portano lo stesso nome: l’indipendenza del Kosovo e la piccola Pavaresia, cioè, per l’appunto, Indipendenza, nata il giorno della secessione. Il presidente kosovaro Fatmir Sejdiu ha così cominciato una lunga giornata di celebrazioni per il secondo anniversario della secessione dalla Serbia.

I kosovari festeggiano, sì, ma un po’ a denti stretti.

“Ci sono stati dei cambiamenti, naturalmente – dice uno di loro -, ma c‘è bisogno di un maggior sforzo da parte del governo per ottenere risultati ancora migliori”.

Un altro è ancora più amaro: “Non è cambiato molto. Qui ci sono l’Onu e la missione internazionale, quindi abbiamo ancora un supervisore o un tutor”.

Il 17 febbraio 2008 Pristina proclamava unilateralmente l’indipendenza da Belgrado. Da allora, 65 paesi, cioè circa un terzo dei membri delle Nazioni Unite, hanno riconosciuto il nuovo stato.

Da allora, il Kosovo si dibatte fra crisi economica, criminalità, corruzione e uno status internazionale ancora incerto.

Mentre la Serbia, appoggiata dal gigante russo, non molla l’osso.