ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo scontro tra Libia e Svizzera si ripercuote sulle relazioni tra Berna e Roma

Lettura in corso:

Lo scontro tra Libia e Svizzera si ripercuote sulle relazioni tra Berna e Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la tensione tra Italia e Svizzera dopo la decisione di Tripoli di vietare l’ingresso nel Paese ai cittadini dell’area Schengen. Secondo il governo italiano quella della Libia sarebbe una ritorsione alla notizia di una lista di 118 alte personalità libiche “non gradite” alla conferazione elvetica. La decisione di Tripoli rischia di penalizzare centinaia di milioni di cittadini dell’area di libera circolazione transfrontaliera.

Il ministro degli Esteri italiano Frattini ha usato parole forti contro Berna: “La Svizzera non usi Schengen per fini che non sono di Schengen – ha detto Frattini – Ci rendiamo conto che la Svizzera è appena entrata in Schengen, bisogna entrare in uno spirito per cui prima di prendere una decisione che puo colpire altri 26 paesi che non c entrano niente bisgonerebbe ovviamente consultarsi. E questa consultazione la Svizzera non l’ha fatta con noi”.

Le tensioni tra Libia e Svizzera risalgono al 2008, quando il figlio del colonnello Gheddafi e la moglie furono arrestati a Ginevra per maltrattamenti a due domestiche. La questione si risolse, allora, con una transazione economica.

A Bruxelles si cerca, adesso, una soluzione diplomatica, ma l’iniziativa di Tripoli non è piaciuta alla commissione. Domani Frattini incontrerà a Roma il ministro degli Esteri libico.