ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giallo sull'arresto del numero due dei Taleban

Lettura in corso:

Giallo sull'arresto del numero due dei Taleban

Dimensioni di testo Aa Aa

Giallo sulla cattura del mullah Abdul Ghani Baradar, considerato numero due e capo militare dei taleban afghani.
L’arresto, che sarebbe avvenuto nella città pachistana di Karachi, era stato anticipato dal New York Times. Ufficiali statunitensi sotto condizione di anonimato hanno confermato la notizia, mentre i taliban si sono affrettati a smentire. Baradar, ha detto un portavoce, continua a coordinare le gli insorti in Afghanistan.
L’operazione, che sarebbe stata condotta da Cia e servizi segreti pakistani, viene celebrata da molti analisti come “svolta epocale nell’atteggiamento di Islamabad”. La conferma, cioè, che dopo aver sostenuto per anni i taleban, si sia decisa a combatterli senza riserve.

Esperti statunitensi ritengono inoltre che la cattura di Baradar possa rilanciare le speranze di arrivare a quella del Mullah Omar: numero uno dei taleban afgani, vicino a Osama Bin Laden.