ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: sciopero dei macchinisti dopo l'incidente

Lettura in corso:

Belgio: sciopero dei macchinisti dopo l'incidente

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani dell’incidente ferroviario più grave in trentacique anni in Belgio, il paese si blocca per lo sciopero a sorpresa dei macchinisti.

I conducenti della compagnia gestionaria si lamentano per le condizioni di lavoro dopo la morte di un loro collega e di 17 passeggeri nello scontro tra due treni lunedì nella periferia di Bruxelles. Il traffico ferroviario è rimasto pesantemente condizionato sia sia nella regione della Wallonia, sia nei collegamenti con l’estero. Le testimonianze di alcuni pendolari:

“Continuano a dire cambierà, cambierà e nulla è stato fatto qui. Questo è il Belgio. E’ sempre la stessa cosa. Parlano, parlano, parlano e non fanno niente”.
“Non sappiamo se questa notte dormiremo a Bruxelles oppure se torneremo a casa e come. Questa è la domanda del giorno per i pendolari di Bruxelles. Possiamo capire che facciano sciopero, è per la nostra sicurezza e la loro allo stesso tempo. Ma è sempre assurdo aspettare che ci siano dei morti per far mouvere qualcosa”.
“In seguito all’incidente penso che d’ora in poi prenderò la macchina per evitare questo genere di problemi”.
-Ha paura? Chiede il giornalista.
“Un po’ sì”.

L’inchiesta per risalire alle cause dell’incidente è appena agli inizi, sebbene tra le prime ipotesi sia subito emersa la possibilità che uno dei macchinisti non abbia rispettato un semaforo rosso.