ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quinto anniversario della morte di Rafik Hariri, il figlio apre alla Siria

Lettura in corso:

Quinto anniversario della morte di Rafik Hariri, il figlio apre alla Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Un messaggio conciliante rivolto alla Siria. Il quinto anniversario della morte di Rafik Hariri è stato diverso da quelli precedenti.

Il figlio Saad, capo del governo libanese, anche quest’anno si è raccolto sulla tomba dell’ex premier. Accanto a lui anche Walid Jumblatt, il leader druso che ha lasciato la coalizione di Hariri la scorsa estate. Ma dopo le ripetute accuse contro la Siria di essere il mandante dell’assassinio, il messaggio di Hariri è cambiato:

“Desidero lasciare una porta aperta e costruire una nuova era nelle relazioni tra Libano e Siria, tra due Stati entrambi sovrani, liberi e indipendenti”.

Lo scorso dicembre Hariri si era recato in visita a Damasco per incontrare il presidente Bashar al Assad.

Anche quest’anno decine di migliaia di persone hanno riempito piazza dei Martiri a Beirut per ricordare il premier che contribuì alla ricostruzione del Libano dopo la guerra civile.

Sulla morte di Hariri, ucciso assieme ad altre 22 persone nell’esplosione di un camion bomba, indaga un tribunale dell’Onu.