ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prima mondiale a Berlino per "Shutter Island" di Martin Scorsese

Lettura in corso:

Prima mondiale a Berlino per "Shutter Island" di Martin Scorsese

Dimensioni di testo Aa Aa

Un noir psicologico con accenni all’horror, al Festival di Berlino va in scena la quarta collaborazione tra Leonardo di Caprio e Martin Scorsese.

“Uno dei personaggi più complessi che abbia mai interpretato”, così l’attore americano ha definito il suo ruolo in “Shutter Island”, in cui compaiono anche anche Michelle Williams e Ben Kingsley. Il film è stato presentato in prima mondiale fuori concorso.

“Martin Scorsese è uno degli uomini più gentili che abbia mai incontrato e certamente uno dei più intelligenti”, afferma Ben Kingsley. “Ama il cinema, ama la recitazione e sul set si prende cura di te perfettamente. Tutto scorre con lui, è un maestro”.

Terry Daniels (Di Caprio) è un poliziotto che indaga sulla scomparsa di un’assassina su un’isola che ospita un manicomio criminale. Terry è ossessionato dal ricordo di un lager nazista di cui ha contribuito a liberare i prigionieri.

Un film, tratto da un romanzo di Dennis Lehane, omaggio ai grandi noir del passato, che esplora la paranoia degli anni cinquanta, della guerra fredda, ha spiegato il regista, che per ricostruire quell’atmosfera si è servito della maestria di Dante Ferretti collaboratore di Fellini.