ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Libano commemora il quinto anniversario della morte di Rafik Hariri

Lettura in corso:

Il Libano commemora il quinto anniversario della morte di Rafik Hariri

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Libano ricorda la morte di Rafik Hariri, assassinato cinque anni fa a Beirut. Il figlio Saad, capo del governo, si è raccolto sulla tomba dell’ex premier. Accanto a lui anche Walid Jumblatt, il leader druso che ha lasciato la coalizione di Hariri la scorsa estate.

Dopo la morte di Rafik Hariri la Siria si ritirò dal Paese. Saad Hariri l’ha più volte accusata di essere responsabile dell’assassinio. Ma negli ultimi mesi tra i due Paesi è in corso un riavvicinamento, il premier libanese ha anche fatto visita al presidente siriano Bachar al Assad.

L’inviato di Euronews Hussein Ibrahim ha chiesto a Saad Hariri cosa cambierebbe nelle relazioni tra i due Paesi nel caso in cui il tribunale dell’Onu che indaga sull’assassinio incriminasse la Siria.

“Esiste la possibilità che il Tribunale internazionale dichiari la Siria responsabile dell’accaduto, e in ogni caso rispetteremo le conclusioni a cui giungerà”, ha risposto Hariri. “Per ora però penso di non poter rispondere alla domanda. Ma ho appena detto qualcosa di molto importante: che rispetteremo in ogni caso le decisioni del Tribunale”.

Anche quest’anno decine di migliaia di persone si sono riunite nella piazza dei Martiri a Beirut per ricordare il premier che contribuì alla ricostruzione del Libano dopo la guerra civile.

Il 14 febbraio 2005 Rafik Hariri morì assieme ad altre 22 persone bell’esplosione di un camion bomba sul lungomare della capitale libanese.