ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disordini a Dresda per l'anniversario del bombardamento alleato

Lettura in corso:

Disordini a Dresda per l'anniversario del bombardamento alleato

Dimensioni di testo Aa Aa

Attivisti di sinistra attaccano un autobus, sopra ci sono estremisti di destra. Così, a Dresda, il sessantacinquesimo anniversario del bombardamento alleato, una delle più controverse e violente azioni militari della Seconda Guerra Mondiale. Come accade dagli anni Novanta, la polizia si è ritrovata a presidiare la capitale della Sassonia per scongiurare scontri tra gli schieramenti rivali. Quasi cinquemila gli agenti impegnati. Alcuni attivisti di sinistra sono stati arrestati.

Lo scopo dei manifestanti era quello di impedire una marcia degli eponenti neo-nazisti. La cosiddetta “marcia funebre”, segno di protesta per quello che definiscono l’Olocausto del bombardamento. Che alla fine non si è tenuta, per la mancanza delle autorizzazioni necessarie. In circa cinquemila si sono comunque radunati nei pressi della stazione di Neustadt. Da qui furono deportati migliaia di ebrei verso Auschwitz.