ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran a 31 anni dalla rivoluzione, tra repressione e censura

Lettura in corso:

Iran a 31 anni dalla rivoluzione, tra repressione e censura

Dimensioni di testo Aa Aa

Tensione, censura, repressione. Non potrebbe essere più critica la situazione nell’Iran che oggi celebra il 31esimo anniversario della rivoluzione khomeinista che sancì la fine della monarchia persinana e l’avvento della Repubblica Islamica.

Tutti i segnali lasciano intendere che la volontà di Teheran è quella di trasformare la giornata di oggi nel punto e a capo sulle proteste che negli ultimi 8 mesi hanno infiammato la vita politica del Paese all’indomani della controversa riconferma come Presidente dell’ultraconservatore Mahmud Ahmadinejad.

Il giro di vite passa anche da internet: il governo iraniano ha sospeso l’accesso a Gmail, il servizio di posta elettronica di Google. I Pasdaran hanno avvertito: nessuna manifestazione d’opposizione sarà tollerata. I giorni scorsi si sono ripetuti gli arresti di esponenti dell’opposizione e di giornalisti.

Due le condanne a morte già eseguite e altre 10 quelle pronunciate contro oppositori del regime.