ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ufficiale di Scotland Yard condannato per abuso di potere e calunnia

Lettura in corso:

Ufficiale di Scotland Yard condannato per abuso di potere e calunnia

Dimensioni di testo Aa Aa

Scotland Yard nel fango per la condotta di un suo alto ufficiale. A screditare la prestigiosa polizia britannica è stato Ali Dizaei, un comandante di origini iraniane condannato a quattro anni di carcere per abuso di potere e calunnia.

I fatti risalgono al luglio del 2008. In un ristorante di Kensington, l’uomo sosteneva di essere stato aggredito con un punteruolo da un giovane iracheno, che reclamava l’equivalente di 700 euro per un lavoro effettuato sul suo sito web personale.

“Tutto inventato” ha dichiarato lunedì una corte di Southwark: le ferite erano autoinflitte per sostenere la denuncia da lui stesso presentata.
Senza termini la censura di Scotland Yard. L’ex commissario Andy Hayman parla di “vergogna” per l’intero corpo di polizia e ricorda le accuse di corruzione e frode, collezionate da Dizaei in 24 anni di servizio.

A suo tempo anche presidente dell’MBPA, l’associazione che rappresenta agenti di colore e minoranze etniche di Scotland Yard, il quarantesettenne era stato sospeso dal servizio già dal settembre del 2008.