ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rimborsi spese gonfiati, nei guai quattro membri del parlamento britannico

Lettura in corso:

Rimborsi spese gonfiati, nei guai quattro membri del parlamento britannico

Dimensioni di testo Aa Aa

Avrà conseguenze penali per almeno quattro parlamentari britannici, la vicenda dei rimborsi spese gonfiati sulla quale ieri ha consegnato il suo rapporto sir Thomas Legg.

L’ufficio del pubblico ministero della capitale infatti ha rinvenuto nei loro confronti indizi di reato sufficienti per aprire un processo. I 370 parlamentari colti a gonfiare i rimborsi restituiranno comunque un milione e duecentomila euro, come spiega il ministro per i rapporti col parlamento.

“Tutto ciò che dovrà essere restituito sarà resitituito. La gente può esserne certa. E sono anche io del parere che oggi abbiamo fatto un passo importante verso il ristabilimento della fiducia nelle istituzioni”.

Laburisti tre deii parlamentari che dovranno giustificarsi davanti a un magistrato: David Chaytor Elliot Morley, Jim Devine, e conservatore Lord Hanningfield, membro della Camera dei Pari.

Lo scandalo dei rimborsi spese gonfiati, rivelato nel maggio scorso, coinvolge esponenti politici di tutti i partiti. Per questo nessuno si attende, grazie ad esso, di lucrare vantaggi elettorali.