ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il ciclone Oli colpisce duramente l'arcipelago della Polinesia francese

Lettura in corso:

Il ciclone Oli colpisce duramente l'arcipelago della Polinesia francese

Dimensioni di testo Aa Aa

Venti oltre i 110 chilometri orari, e onde alte più di sette metri stanno colpendo l’arcipelago di Tahiti e Moorea, nella Polinesia francese.

Almeno 400 persone, secondo le autorità locali, sono state fatte evacuare dalle zone costiere del nord-ovest verso le prime pendici montane.

Prima di colpire Tahiti il ciclone Oli, responsabile dei fenomeni atmosferici, era passato su Bora Bora, dove ha causato alcuni feriti lievi, un uomo caduto dal tetto di casa e altre due persone colpite da detriti.

In gran parte dell’arcipelago manca la corrente, e nonostante il pericolo per molte costruzioni, non tutti vogliono scappare.

“Mia madre ha detto che non vuole andarsene. E siccome siamo molto credenti nel Signore, restiamo con lei”.

Sul terreno sono al lavoro le squadre di militari presenti nell’arcipelago. La marina francese ha dovuto mettere alla fonda in una baia riparata le sue due navi, e spostare un aereo alle isole Marchesi, per tenerlo pronto ad agire fuori dall’area del ciclone.