ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti, attesa per la decisione sui dieci statunitensi accusati di traffico di bambini

Lettura in corso:

Haiti, attesa per la decisione sui dieci statunitensi accusati di traffico di bambini

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ attesa per oggi la decisione di un tribunale haitiano sul destino dei dieci volontari statunitensi da ieri in prigione con l’accusa di aver tentato di sottrarre 33 bambini alle loro famiglie. Gli arrestati, tutti aderenti a una associazione cristiana dell’Idaho, si proclamano innocenti e vittime di un equivoco.

Anche il loro avvocato parla di fraintendimento della volontà degli accusati. “Sono loro le vittime. Erano venuti qua per aiutare la gente. Il pastore St. Vil li ha autorizzati per iscritto a partire coi bambini”.

Il caso, che ricorda vicende analoghe accadute nel Darfur teatro di una guerra civile, è diventato via via il più seguito dai media, distogliendo l’attenzione dalla vera emergenza.

Il primo ministro haitiano, Jean Max Bellerive, ha messo in guardia dagli effetti mediatici della vicenda.

“Credo che si stia distranedo l’attenzione dai problemi. Si parla più adesso di una decina di persone arrestate che del milione e passa di haitiani che soffrono in mezzo alla strada”.

Intanto, tre settimane dopo le scosse che hanno causato oltre 200.000 morti, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon ha affidato all’ex presidente Usa Bill Clinton l’incarico di coordinare gli aiuti internazionali per quello che rimane uno dei più gravi disastri degli ultimi venti o trenta anni.