ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il processo Concorde va avanti

Lettura in corso:

Il processo Concorde va avanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il tribunale francese di Pontoise non ha accettato di far cadere le accuse contro Continental Airlines. La compagnia americana aveva avanzato la richiesta denunciando la parzialità delle indagini degli esperti giudiziari.

Il processo, partito martedì, proseguirà come previsto per quattro mesi. Sono in sei a dover rispondere della strage del Concorde. In primis Continental Airlines, accusata di omicidio colposo.

Secondo l’accusa, proveniva da un loro DC10 la barra in titanio che avrebbe forato una gomma del Concorde.

Una ricostruzione, che per la prima volta, la compagnia aerea statunitense intende contestare in aula: per Continental l’incendio, sul Concorde, era scoppiato prima che il pezzo metallico perso sulla pista entrasse in contatto con il velivolo.

Il 25 luglio del 2000 il Concorde si schiantò su un hotel di Gonesse, pochi minuti dopo il decollo dall’aeroporto parigino di Roissy. Il bilancio fu di 113 morti, 4 a terra. Nessuna delle vittime è rappresentata in tribunale. Un avvocato di Air France ha smentito che gli indennizzi ricevuti dale famiglie siano serviti a pagare l’assenza al processo.

Il processo Concorde va avanti. Il tribunale francese di Pontoise non ha accettato di far cadere le accuse contro Continental Airlines. La compagnia americana aveva avanzato la richiesta denunciando la parzialità delle indagini degli esperti giudiziari.

Il processo, partito martedì, proseguirà come previsto per quattro mesi. Sono in sei a dover rispondere della strage del Concorde. In primis Continental Airlines, accusata di omicidio colposo.

Secondo l’accusa, proveniva da un loro DC10 la barra in titanio che avrebbe forato una gomma del Concorde.

35
Una ricostruzione, che per la prima volta, la compagnia aerea statunitense intende contestare in aula: per Continental l’incendio, sul Concorde, era scoppiato prima che il pezzo metallico perso sulla pista entrasse in contatto con il velivolo.

45

Il 25 luglio del 2000 il Concorde si schiantò su un hotel di Gonesse, pochi minuti dopo il decollo dall’aeroporto parigino di Roissy. Il bilancio fu di 113 morti, 4 a terra. Nessuna delle vittime è rappresentata in tribunale. Un avvocato di Air France ha smentito che gli indennizzi ricevuti dale famiglie servissero a pagare l’assenza al processo.

Questo oggi è quanto resta del Concorde. E da qui forse, arriveranno le risposte sulla fine del sogno supersonico francese.