ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi in Israele: "Sanzioni efficaci contro l'Iran"

Lettura in corso:

Berlusconi in Israele: "Sanzioni efficaci contro l'Iran"

Dimensioni di testo Aa Aa

Iran, “piombo fuso”, e una lacrima di commozione. Sono gli ingredienti del terzo giorno della visita di Silvio Berlusconi in Medio Oriente.
Il presidente del Consiglio italiano davanti alla Knesset ha giustificato l’operazione lanciata dall’esercito israeliano su Gaza nell’estate 2008, condannata dal rapporto Goldstone, definendola una “giusta reazione” ai razzi di Hamas.

Poco prima il premier israeliano Benyamin Netanyahu aveva strappato una lacrima al leader italiano ricordando l’episodio in cui mamma Rosa difese una ragazza ebrea da un poliziotto tedesco.

La preoccupazione per la minaccia nucleare iraniana è però rimasta il tema dominante della visita del Cavaliere, che è tornato a invocare “sanzioni efficaci” contro Teheran. Ieri aveva esortato la comunità internazionale ad aiutare l’opposizione in Iran.

Berlusconi si è poi spostato a Betlemme, dove ha incontrato il presidente palestinese Mahmud Abbas.

Qui, ha auspicato la fine dell’espansione degli insediamenti da parte di Israele, definendola una “condizione necessaria per avviare i negoziati in modo proficuo”.