ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro del Concorde, da oggi il processo

Lettura in corso:

Disastro del Concorde, da oggi il processo

Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia oggi a Pontoise, vicino Parigi, il processo sull’incidente del Concorde del 25 luglio 2000, quando il supersonico di Air France, appena decollato da Roissy, precipitò su un albergo nel villaggio di Gonesse, uccidendo 113 persone. Le perizie dell’epoca stabilirono che fu una lamella in titanio distaccatasi in precedenza da un Dc-10 della Continental Airlines a provocare il disastro.

“Per quattro mesi diremo cose che altri vorrebbero tenere nascoste – dice Stephane Gicquel, capo della federazione delle vittime d’incidenti collettivi -; particolarmente sulla lamella in titanio, su Continental, sulle sue pratiche di manutenzione. Non è certo rassicurante per i passeggeri leggere i rapporti degli esperti su come veniva fatta la manutenzione in una grande compagnia come Continental”.

Per difendersi in giudizio, il vettore americano si è affidato a uno dei più famosi avvocati parigini.

“Proveremo, durante il processo – afferma l’avvocato Olivier Metzner -, quello che certi esperti si sono rifiutati di riconoscere: che l’incendio sull’aereo è scoppiato ben prima che il pezzo metallico colpisse il Concorde”.

Dopo l’incidente, gli operatori del Concorde, Air France e British Airways adottarono modifiche strutturali sui loro apparecchi, ma di lì a poco l’aereo sarebbe stato radiato dalle flotte, mettendo fine all’era del supersonico.