ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ban Ki-Moon a Cipro, ma i negoziati stagnano

Lettura in corso:

Ban Ki-Moon a Cipro, ma i negoziati stagnano

Dimensioni di testo Aa Aa

Un simbolo per il futuro di Cipro. Ma pochi passi concreti ad accompagnarlo. La stretta di mano tra il leader turco-cripriota Mehmet Ali Talat e il Presidente greco-cipriota Dimitris Christofias col Segretario dell’Onu Ban Ki-Moon è per Cipro più un auspicio che un passo in avanti. Ban Ki-Moon ha attraversato la zona tampone nell’intento di rilanciare i negoziati per la riunificazione dell’isola:

“Sono incoraggiato dal fatto che i due leader mi abbiano assicurato il rispettivo impegno per una soluzione condivisa al più presto” ha detto Ban Ki-Moon. L’isola di Cipro è divisa da trenta sei anni.

“Il tempo non gioca a favore di una soluzione” ha detto Mehmet Ali Talat. “I negoziati sono inziati un anno e mezzo fa: abbiamo fatto progressi su alcuni punti…Ma non è un segreto che rimangono molte differenze”.

L’isola è divisa dal luglio del 1974, dopo l’invasione del Nord da parte dell’esercito turco in risposta ad un colpo di Stato dei nazionalisti greco-ciprioti che volevano annettere l’isola alla Grecia.

Il mandato di Mehmet Ali Talat volge al termine. Il 18 di aprile si terranno le presidenziali nella Repubblica Turca di Cipro Nord. I nazionalisti, che hanno vinto le legislative nel 2009 e sono contrari alla riunificazione, sono i favoriti.