ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Affaire Clairestream, assolto de Villepin, ma la guerra con Sarkozy continua

Lettura in corso:

Affaire Clairestream, assolto de Villepin, ma la guerra con Sarkozy continua

Dimensioni di testo Aa Aa

La sentenza sul caso Clairstream che assolve l’ex premier francese de Villepin, non mette fine allo scontro tra quest’ultimo e il presidente Sarkozy. La procura di Parigi, che dipende gerarchicamente dal governo, ha annunciato il ricorso in appello.

“Nicolas Sarkozy, il presidente della Repubblica, preferisce perseverare nel suo accanimento e nel suo odio, piuttosto che assumere la responsabilità della sua funzione, cioé la difesa delle istituzioni”.

L’accusa di un ricorso deciso su basi politiche sono immediatamente respinte dall’entourage del capo dello stato. Frederic Lefevre, portavoce dell’UMP, il partito in cui milita Sarkozy, liquida le contestazioni di de Villepin come illegittime.

“Sarkozy non è più parte del processo, non c‘è più un avvocato che dovrà battersi per lui. Ciò vuol dire che non è più affar suo”.

La vicenda Clairstream era scoppiata nel 2001, quando comparvero delle false liste di beneficiari di fondi neri, e nelle quali c’era anche il nome dell’attuale presidente della Repubblica.

Secondo Sarkozy la manipolazione, per la quale sono stati condannati tre dei cinque imputati, sarebbe stata ordita dal suo nemico politico per indebolirlo nella corsa all’Eliseo.