ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Addio a Salinger. Con 'Holden' ha fatto la storia

Lettura in corso:

Addio a Salinger. Con 'Holden' ha fatto la storia

Dimensioni di testo Aa Aa

Quando l’autore scompare dietro all’opera d’arte. Jerom David Salinger, morto ieri a 91anni, ha trascorso una vita intera portando a compimento questo disegno.

‘Il giovane Holden’ – ‘The catcher in the rye’ – è il romanzo che ha fagocitato la sua storia letteraria. E la sua vita.

“Ha avuto una vita piena” dice una lettrice a New York. “Il suo libro è un ancora un best seller. Pensate, a 91 anni poter dire milioni di persone l’hanno letto! Ha cambiato la vita di tanta gente”.

“Nel 1951 ‘Il giovane Holden’ era un libro avanguardista” dice questa signora. “Io ero giovane. Non capisco perché in tanti rimasero scioccati. Avrò avuto 11, 12 anni, mi ero completamente identificata con un personaggio tanto fuori dagli schemi”.

Nato a Manhattan da padre ebreo di origini polacche e madre metà scozzese e metà irlandese, Salinger ha smesso di pubblicare nel 1965. Dagli studi interrotti per imbarcarsi su una nave, all’esperienza della seconda guerra mondiale, quella dello scrittore americano è stata una vita non convenzionale, spesa, negli ultimi 50 anni, in un quasi totale isolamento.