ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: Obama, occupazione e economia in cima all'agenda

Lettura in corso:

USA: Obama, occupazione e economia in cima all'agenda

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha mostrato il suo volto combattivo Barack Obama, nel primo discorso dell’anno al Congresso sullo stato dell’Unione. Il momento non è facile: il presidente americano ha un indice di gradimento sotto il 50% e brucia ancora la disfatta in Massachusetts, dove i democratici hanno perso un seggio cruciale in Senato.
L’occupazione ora è in testa alla sua ambiziosa agenda, con 7 milioni di posti persi nei due anni di recessione. “La gente non ha lavoro, è in difficoltà. Ha bisogno del nostro aiuto”, ha detto Obama. “E voglio sul mio tavolo una legge sull’occupazione senza ulteriore ritardo”. Obama ha cercato di tornare in sintonia con i problemi dell’americano medio, incentrando il suo discorso su occupazione e crisi economica. Marginali invece gli accenni alla situazione internazionale: “Responsabilmente lasciamo l’Iraq al suo popolo, perché abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi sulla lotta ad al-Qaeda”, ha dichiarato. “Come candidato avevo promesso che avrei messo fine a questa guerra, e questo è ciò che voglio fare come presidente. Avremo tutte le nostre truppe fuori dall’Iraq per la fine di agosto”.

La partita si è ora spostata in Afghanistan e su altri fronti caldi. Il sistema di sicurezza americano ha mostrato gravi falle e Obama, pur attento a non imbarcarsi in nuove e dispendiose guerre, deve tener conto della minaccia terroristica che incombe sugli Stati Uniti.