ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sri Lanka: tensioni post-elettorali. Si teme il golpe

Lettura in corso:

Sri Lanka: tensioni post-elettorali. Si teme il golpe

Dimensioni di testo Aa Aa

Circondata dalle truppe governative la residenza dell’ex generale Sarath Fonseka, sfidante sconfitto alle presidenziali in Sri Lanka.

Un centinaio di soldati controllano l’hotel di Colombo dove si trova Fonseka. Un portavoce militare ha parlato di “misura preventiva per evitare un eventuale golpe” da parte del candidato deluso.

Fonseka, lo sfidante di maggior peso contro il presidente uscente, si è rifiutato di riconoscere la vittoria dell’avversario annunciata dalla commissione elettorale.

“Abbiamo deciso di fare appello al governo, dichiara un membro dell’opposizione- la situazione attuale è allarmante considerato l’atteggiamento dei soldati qui fuori”.

Fu Fonseka a condurre l’esercito alla vittoria finale contro i ribelli delle Tigri Tamil nel maggio dell’anno scorso, mettendo fine a oltre 25 anni di guerra civile.

Ma fu il presidente Mahinda Rajapakse a ordinare la campagna. Nonostante si annunciasse tra i due una battaglia all’ultimo voto, Rajapakse avrebbe superato abbondantemente il 50% delle preferenze con oltre l’85% delle schede scrutinate. Salvo colpi di scena, sarà quindi lui a guidare il paese per i prossimi 6 anni.