ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy, no altri soldati in Afghanistan

Lettura in corso:

Sarkozy, no altri soldati in Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Un no deciso all’invio di altri soldati in Afghanistan. Nicolas Sarkozy lo ha ribadito durante un’apparizione sul canale TF1. Il Presidente francese ha beneficiato di un’intervista all’interno del giornale delle 20. Un intervento preceduto e seguito dalle polemiche: il primo canale, tradizionalmente vicino alla destra, è considerato particolarmente indulgente con Sarkozy.

“Un anno e mezzo fa quando chiesi al Parlamento di inviare 700 nostri soldati in più, dissi che non ci sarebbero stati altri combattenti” ha spiegato. “Cerco di mantenere scrupolosamente i miei impegni e la mia parola. Detto questo, se ci sarà bisogno di addestrare del personale, aiutare la polizia, realizzare opere d’ingegneria civile, aiutare insomma la popolazione ad aiutare l’Afghanistan, perchè no. Ma altri soldati per combattere, no”.

Dopo l’intervista, le risposte del Presidente a 11 cittadini. Scelti con criteri discrezionali, a detta dell’opposizione, che denuncia un presidenzialismo mediatico in vista di regionali che si annunciano delicate per la maggioranza.