ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Jet precipitato, recuperati 24 corpi

Lettura in corso:

Jet precipitato, recuperati 24 corpi

Dimensioni di testo Aa Aa

Ventiquattro corpi dei passeggeri del jet precipitato ieri in mare davanti alla costa libanese sono stati recuperati e trasportati all’obitorio dell’ospedale Hariri di Beirut.
Non c‘è traccia di superstiti, e col tempo si fa sempre più tenue la speranza di trovare sopravvissuti tra gli 83 passeggeri e i 7 membri d’equipaggio del Boeing 737 della Ethiopian Airlines diretto ad Addis Abeba.
Le ricerche sono continuate anche durante la notte scorsa e vi partecipano, oltre all’esercito e alla marina libanese, anche truppe dell’Onu. Sulla spiaggia di Na’ameh, pochi chilometri a sud dell’aeroporto, vengono recuperati rottami dell’aereo, sedili, bagagli ed effetti personali dei passeggeri.
La causa dell’incidente potrebbe essere in qualche modo legata al maltempo che in quel momento imperversava su Beirut. L’aereo aveva fatto l’ultima manutenzione il giorno di Natale.
In Libano è stato dichiarato un giorno di lutto nazionale. La maggior parte dei passeggeri erano sciiti del sud del Libano che intrattengono rapporti d’affari in Africa. Tra i dispersi, anche la moglie dell’ambasciatore francese a Beirut.