ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sri Lanka, testa a testa per le presidenziali

Lettura in corso:

Sri Lanka, testa a testa per le presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Restare al potere rivendicando la vittoria contro i ribelli Tamil. Cosi’ il presidente uscente dello Sri Lanka conta di vincere le elezioni martedi’.
La consultazione era prevista nel 2012 ma Mahinda Rjapakse ha deciso unilateralmente di anticiparle.

Il suo avversario è Sarath Fonseka dallo stesso Rajapakse messo a capo dell’esercito e ribattezzato “il miglior condottiero militare al mondo”. Erano i tempi della comune lotta contro i Tamil. Un’amicizia finita all’indomani di quella vittoria: il presidente in carica accuso’ Fonseca di ordire un colpo di stato. Quarant’anni tra le file dell’esercito, Fonseka approda alla politica attiva recentemente. L’immagine di “uomo pulito” lo ha reso per la maggioranza dei cingalesi il simbolo della lotta alla corruzione.

L’esito del voto è incerto ma chi vincerà sarà obbligato a rispondere delle accuse di crimini contro l’umanità commessi durante il conflitto contro i ribelli Tamil. Le Nazioni Unite, Stati Uniti ed alcuni paesi europei hanno severamente criticato il governo dello Sri Lanka per avere detenuto circa trecentomila civili Tamil in campi controllati dall’esercito.