ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli stencil di Banski al Sundance Film Festival

Lettura in corso:

Gli stencil di Banski al Sundance Film Festival

Dimensioni di testo Aa Aa

Un fotografo che coglie un fiore. E’ l’ultima performance di Banksy, l’elusivo artista inglese autore di ironici murales, realizzati con la tecnica dello stencil, la cui fama lo ha portato fino alle gallerie d’arte, dove le sue opere sono vendute a prezzi stratosferici.

La sua firma è su uno dei muri di un caffè di Park City, sobborgo di Salt Lake City, che in questi giorni ospita il Sundance Film Festival, dedicato al cinema indipendente.

“Quando abbiamo scoperto qualcosa in più sulla sua arte – dice Lucia Bisbee, manager del caffè Java Cow che ha detto sì al murales – abbiamo pensato che fosse veramente accattivante. Non molta gente ne parla ma si tratta di splendida arte contemporanea”.

Il nuovo murales fa da traino all’attesa per il film sulla vita di Banksy, che sarà presentato domenica al festival.

In un trailer diffuso in rete l’artista dice che “Exit Through the Gift Shop”, questo il titolo, è il primo “disaster movie” sull’arte di strada. Nella pellicola Banksy compare con altri graffitari, e in molti avevano sperato di conoscere finalmente la sua misteriosa identità. Ma pare che, anche questa volta, i suoi ammiratori resteranno delusi.