ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano, disordini all'ambasciata egiziana

Lettura in corso:

Libano, disordini all'ambasciata egiziana

Dimensioni di testo Aa Aa

In Libano di fronte all’ambasciata egiziana tre manifestanti di gruppi di sinistra sono rimasti feriti negli scontri con la polizia. Circa 200 persone protestavano contro il muro sotterraneo in costruzione lungo il confine con la Striscia di Gaza. Quando è cominciato il lancio di limoni e pietre la polizia in tenuta antisommossa è intervenuta contro la folla.

Progettato dalle autorità egiziane, il muro è una barriera sotterranea lunga 11-12 chilometri e profonda fino a 20-30 metri, costruita in metallo per resistere alle esplosioni.

Gli abitanti di Gaza si troveranno tra dicotto mesi chiusi da ogni lato. Un muro in cemento armato, costruito da Israele, li divide dalla Cisgiordania e l’altro in acciaio, finanziato dagli Stati Uniti, sorgerà al confine con l’Egitto.

L’ obiettivo è impedire il contrabbando di armi, persone e cibo attraverso i circa 1200 tunnel tra l’assediata Striscia di Gaza ed il territorio egiziano.