ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti ritorna alla vita dopo la tragedia

Lettura in corso:

Haiti ritorna alla vita dopo la tragedia

Dimensioni di testo Aa Aa

Port-au-Prince comincia a rendere omaggio alle sue vittime, dopo le impietose e frettolose sepolture in fosse comuni, nei concitati momenti successivi al sisma. Centinaia di persone si sono radunate per i funerali dell’arcivescovo Joseph Serge, morto nel crollo della cattedrale e figura molto popolare nel paese cattolico.

Le autorità di Haiti hanno ufficialmente interrotto la ricerca dei sopravvissuti. Le cifre ufficiali parlano di 132 persone estratte vive dalle macerie, 111.500 morti e 190.000 feriti. Le agenzie umanitarie stimano che almeno un terzo dei nove milioni di Haitiani avranno bisogno di cibo, acqua e di un riparo ancora per un lungo periodo.

E intanto a Port-au-Prince alcuni quartieri tornano alla vita: riparte il commercio e, con la ripresa di alcune attività, nelle strade della capitale sono tornate a circolare le vetture, creando i primi imbottigliamenti.
In lunghe file davanti ai pochi sportelli bancari riaperti dopo il sisma, la popolazione si è affollata per prelevare il denaro dai depositi pre-esistenti e le somme inviate da parenti, soprattutto da Canada e Stati Uniti, o ancora provenienti dalle numerose campagne umanitarie partite in queste ore.