ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti, orfani a rischio

Lettura in corso:

Haiti, orfani a rischio

Dimensioni di testo Aa Aa

L’emergenza infanzia ad Haiti c’era anche prima del terremoto. Oltre trecentomila i bambini senza casa né famiglia. Il sisma non ha che peggiorato la situazione moltiplicando queste cifre e rendendo più fragili i piccoli haitiani. Nel caos generale sono facile preda del traffico internazionale.

“Abbiamo saputo di bambini portati via dal paese e Unicef è molto preoccupata – racconta un operatore – Si tratta di notizie che sono all’esame del governo in questo momento e stiamo lavorando insieme per evitare che ciò si ripeta”.

L’altro rischio è che sull’onda dell’emozioni si moltiplichi il ricorso all’adozione illegale, mentre le organizzazioni che si occupano di infanzia ribadiscono che è il momento di sospendere quelle legali.

“E’ presto per ora parlare di adozioni. Bisogna aspettare per essere sicuri della situazione in cui si trovano questi bambini. Hanno davvero perso i genitori? Hanno altri membri della famiglia, uno zio, una zia, un fratello o un’ altra famiglia di Haiti che possa accoglierli? Solo in caso negativo si procede all’adozione”.

Diverso il caso dei bambini già adottati da famiglie straniere. In trentatré sono già giunti in Francia. Grande l’emozione all’arrivo a Parigi.