ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Wall Street ai minimi da ottobre. Obama spaventa la finanza

Lettura in corso:

Wall Street ai minimi da ottobre. Obama spaventa la finanza

Dimensioni di testo Aa Aa

Dow Jones sotto del 2%, S&P appena dietro e Nasdaq negativo dell’1,1%. Ai paletti per le banche invocati da Barack Obama, Wall Street risponde con il peggior calo dal mese di ottobre.

In caduta libera colossi come JP Morgan, Bank of America e Goldman Sachs. Un vero e proprio terremoto, per il settore bancario, innescato dalla “guerra a eccessi e irresponsabilità” dichiarata dalla Casa Bianca.

“Se quello che cercano è la battaglia – ha detto il presidente degli Stati Uniti – io sono pronto. Assistere al ritorno di vecchie pratiche, non fa che accrescere la mia determinazione”.
Una riforma, quella ventilata da Obama, che secondo il Financial Times, rappresenterebbe una “vera e propria rivoluzione”, il più imponente giro di vite normativo dagli anni della Grande Depressione.

Il proposto divieto alle banche di possedere, offrire o investire in fondi speculativi ricorda infatti i limiti imposti alla finanza dopo il crack del ’29. Una risposta ai malumori di risparmiatori e americani, da molti però già criticata come anacronistico ritorno al passato.